Art, News, People

FABIO LISSI JEWELRY ATELIER MILANO

Siete alla ricerca del gioiello adatto a voi? Di quel pezzo unico che vi rappresenta? Della creazione del gioiello unico e personalizzato? Allora Fabio Lissi Jewelry Atelier Milano, Via Mascheroni 12, è il posto che fa al caso vostro! Un posto speciale dove il primo passo per creare un gioiello unico è l’ascolto, del cliente che viene coinvolto sin dalla fase del bozzetto e disegno, durante la quale, attraverso i racconti personali, le fotografie e gli aneddoti legati alla persona che riceverà il gioiello, nasce l’ispirazione. La  particolarità del Fabio Lissi Jewelry Atelier Milano è realizzare gioielli  attraverso il concetto di taylor made del gioiello. Infatti Fabio, attraverso un disegno, un racconto, un ricordo, un emozione, da parte dei suoi clienti, crea artigianalmente amuleti unici, speciali e preziosi.

“Voglio dare emozione o significato al gioiello che simboleggia qualcosa per ogni mio cliente” racconta Fabio. Ogni creazione è “una forma eterna di preziosi messaggi”, è proprio la sintesi di tutto questo percorso di scoperta e rivelazione della forma perfetta. 

I suo Atelier prima di tutto è pieno di storie che diventano simboli e si trasformano in gioielli, creati con i materiali più diversi: branzo, oro, argento, diamanti, pietre dure, la madreperla, e la piu’ antica delle lavorazioni, il calco realizzato con l’osso di seppia. “Non è importante la preziosità delle materie con le quali il cliente decide di realizzarlo. È’ importante quello che il gioiello rappresenta, ovvero il messaggio che porta con se”.

 

L’Atelier offre ai propri clienti, gratuitamente, la consulenza stilistica sul messaggio e sul gioiello da realizzare. Fabio Lissi ha voluto che il cliente fosse al centro e vedesse con i propri occhi prendere vita tutta la lavorazione. Ed è proprio lì che abbiamo conosciuto Fabio e abbiamo avuto il piacere di scambiare qualche battuta:

Raccontaci da dove è nata questa passione e come?

La passione per il gioiello è nata quando ne ho capito il vero valore: “una forma eterna di un prezioso messaggio”. Quando sono stato convinto da mio padre ad inserirmi nell’attività di famiglia, una gioielleria con laboratorio orafo annesso, ho vissuto un periodo di crisi faticando a comprendere l’utilità di questo mestiere. L’esperienze di vendita, il contatto diretto con i clienti, le loro reazioni ed emozioni, la mia cocciuta curiosità per il perchè delle cose, le dinamiche psicologiche che motivano l’acquisto di un gioiello, mi hanno portato ad  individuare  ciò che considero il vero significato dello stesso: “un simbolo di un messaggio o di una emozione da dedicare o dedicarsi”. Finalmente avevo capito come esprimere la mia creatività e la mia passione per la scultura soddisfacendo il desiderio di sentirmi utile. Da oltre vent’anni interpreto messaggi traducendoli in forme e materia. Un approccio molto vicino alla logica del tatuaggio. Il cliente esprime il suo desiderio, il suo “messaggio” da comunicare, e io lo interpreto  abbozzando su un foglio immediatamente diversi gioielli in funzione dello stile preferito e del budget stabilito. 

Cosa ti ha spinto a sperimentare nuove tecniche applicate al gioiello?

La mia curiosità. Io sono così. Mi piace sperimentare. Mi piace la trasformazione della materia perché in essa la natura esprime il suo codice universale di armonia. Ogni sua espressione è un opera d’arte. E’ l’espressione di noi stessi. Noi siamo la natura quindi è come ritrovarsi. E’ sufficiente allinearsi con essa per scovare un infinità di soluzioni creative. 

Quando hai capito che di aver raggiunto il tuo personale stile?

E’ una cosa che ancora non riesco a spiegarmi bene. Quando realizzo un gioiello su commissione dedico tutte le mie attenzioni ad interpretare  il messaggio e  lo stile in funzione del cliente e nonostante ciò, mi dicono essere molto riconoscibile sia per la mia tecnica e la mia mano. La mia passione è per tutto ciò che suscita forte emozione. Ogni mio gioiello vive di ombre, luci, dettagli da scoprire e finiture “scenografiche” in funzione di una interpretazione dinamica e soggettiva.

Hai in mente di realizzare qualcosa di nuovo che magari possa superare anche lo stile che ti contraddistingue?

Si. Ogni giorno.

 

 

Author: Understandmag