Art, Photography
Leave a comment

DANILO ARENAS

Danilo Arenas è un giovane fotografo brasiliano nato da genitori immigrati, la madre giapponese e il padre cileno. Danilo inizia a studiare fotografia nel 2011, ma solo per due semestri, quando il suo cammino inizierà a complicarsi, a causa di problemi economici infatti, dovrà trasferirsi in Australia, dove lavorerà sodo e riuscirà finalmente ad acquistare la sua prima macchina fotografica e a trovare lavoro come fotografo. Le cose però non continueranno ad andare lisce per molto tempo, nel 2011 Danilo dovrà tornare in Brasile per problemi di salute. Ma proprio nella sventura arriverà la sua fortuna, in quell’esatto momento in Brasile inizieranno le proteste per il trasporto pubblico e Danilo insieme al suo amico Gabriel Brambatti documenteranno il tutto, con lo scopo di far trasparire le emozioni delle persone che lottavano per il loro paese. Il progetto ha un buon seguito e da quel momento Gabriel e Danilo lavoreranno insieme ad altri fotografi agendo sempre nell’interesse delle cause sociali anche di altri paesi.

 
 
Danilo Arenas is a young Brazilian photographer born to immigrant parents, Japanese mother and Chilean father. Danilo began studying photography in 2011, but only for two semesters, when his path will start to get complicated,  for economic problems in fact, will have to move to Australia, where he will work hard and finally able to buy his first camera and finding work as a photographer. But things do not continue to go smoothly for a long time, in 2011 Danilo will return to Brazil for health problems. But the misfortune comes his fortune, at that exact moment in Brazil will start protests for public transport and Danilo with his friend Gabriel Brambatti will document the whole, with the aim to reveal the emotions of the people who were fighting for their country. The project has a good following and from that moment Danilo Gabriel and will work together with other photographers always acting in the interest of the social causes of other countries.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Author: Serena Scozzafava

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *